eros - religione - centro reset mentale

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

pensiero positivo

Pubblicato da Trogu in comunicazione · 25/7/2014 11:29:59


 PENSIERO POSITIVO

 Tutti i popoli della terra per fare "progressi" hanno usato diverse tipologie di pensiero: pensiero aggressivo, pensiero distruttivo, pensiero negativo in genere. Tutto ciò non è cambiato molto nei secoli a venire, specie nel nostro modo di utilizzare la materia grigia.
  Paradossalmente dai primordi all'oggi, utilizziamo tantissimi strumenti sofisticati per farci sostituire nelle mansioni più degradanti o noiose, ma non siamo riusciti ancora, ad esempio, a farci sostituire da una macchina (a consegnarle il nostro piacere di distruggere) quando si tratta di prendere la decisione di uccidere, massacrare, bruciare, incenerire, mutilare un essere umano, un nostro simile, (anche a livello verbale).
 Probabilmente il potere sulla vita e sulla morte di un subordinato è molto grande quasi DIVINO, non c'è dubbio, questo potrebbe essere il movente primario per ogni tipo di crimine.  Anzi si potrebbe affermare senza ombra di dubbio che, viste le condizioni di vita più favorevoli per l'uomo, a ragion di sintesi oggi tale piacere ha assunto una connotazione di sempre maggiore futilità del nostro atto distruttivo (dunque di venuta meno della responsabilità collettiva del nostro gesto distruttivo), alimentato dal pensiero negativo, s'intende. Vorrei dire che l'uomo moderno lo vedo maggiormene indifferente a tutto ciò che non riguarda la sua sfera personale e privata, isolandosi dal piacere e dalla necessità di comunicare, scambiare, condividere i suoi tesori. Perciò di pensiero positivo ne utilizziamo ben poco, probabilmente anche quando ne siamo fermamente convinti di utilizzarlo. Sarebbe ora di cominciare subito a cambiare il nostro mondo negativo in positivio! E' già troppo tardi!
  Tutto ciò, ovviamente, ha un prezzo molto alto da pagare: quello dell'auto-distruzione
Ma tu uomo delle nevi... tutto questo lo vuoi veramente nel profondo del tuo animo? Magari pensando ai tuoi figli, alle persone a te più care,  ai tuoi amori e a tutte le cose che ami?
Ma in che modo bisogna cominciare a cambiare ti chiederai? E' molto semplice:
ogni volta che ti trovi di fronte a un tuo simile e sconosciuto, devi considerarlo almeno come te. Se lo fai hai fatto un grandissimo atto evolutivo, almeno nell'utilizzo della tua materia grigia! Te lo giuro.




EROS E CIVILTA'

Pubblicato da Trogu in Sessualità · 4/4/2013 13:10:27
Torna ai contenuti | Torna al menu